I principali risultati tangibili del progetto includono:

  • Un manuale di analisi e buone pratiche guidato dal settore con l’obiettivo di identificare le competenze orientate al futuro per la gestione dei rifiuti da costruzione e demolizione
  • Il programma di formazione CDWaste-ManageVET con una componente di apprendimento basato sul lavoro (stage)
  • Piattaforma di formazione online CDWaste-ManageVET
  • Attuazione pilota del programma di formazione

 

Impatto

Le attività del progetto CD Waste-ManageVET e i prodotti intellettuali avranno un impatto sia sui gruppi target diretti del progetto che su quelli trasversali, creando maggiori opportunità professionali per i lavoratori edili e una migliore integrazione nell’attuale mercato del lavoro che si sta evolvendo verso modelli di produzione e di funzionamento più “verdi” e sostenibili.

Promuoverà inoltre un’immagine positiva delle imprese locali che promuovono la gestione sostenibile dei CDN e sensibilizzerà l’opinione pubblica sugli strumenti di apprendimento innovativi esistenti.

A livello nazionale, saranno diffuse e attuate buone pratiche regionali e sarà aumentato il numero di formatori professionalmente dotati di concetti di apprendimento trasferibili.

A livello di Unione Europea, si otterrà una migliore cooperazione tra le regioni sui progetti di apprendimento partecipativo, si creeranno migliori contatti e sinergie tra le regioni partner e si aumenterà la capacità di professionalizzazione dei fornitori di IFP, degli enti e del settore dell’istruzione.

Infine, ma non per questo meno importante, l’estensione della cooperazione tra i rappresentanti degli enti di istruzione e formazione da un lato e gli attori del settore delle costruzioni dall’altro avrà un effetto molto positivo sul settore.

 

Gruppi obiettivo

CDWaste-ManageVET si rivolge ai seguenti gruppi:

  • Lavoratori edili. Essi saranno i diretti beneficiari del progetto, in quanto svilupperanno capacità e competenze che rispondono alle crescenti esigenze di qualificazione nel campo della gestione dei CDN e dell’economia circolare. Di conseguenza, si apriranno nuove opportunità commerciali che garantiranno migliori opportunità di integrazione nel mercato del lavoro o la garanzia di migliori condizioni di lavoro. Almeno 90 allievi in formazione svilupperanno le loro competenze nel campo della gestione del DCR e, tra questi, 30 allievi in formazione professionale saranno selezionati per partecipare ad un programma di tirocinio.
  • IFP, formatori, istituti di istruzione superiore e il settore dell’istruzione in generale. Essi incorporeranno nelle loro organizzazioni un VOOC sulla moderna gestione dei CDN che integrerà strumenti di formazione digitale innovativi e modi efficienti di erogare VET, combinando il CDM. Almeno 18 enti di formazione professionale (3 enti di formazione professionale per paese partner) rafforzeranno i nuovi programmi di formazione integrando i risultati del progetto.
  • Le parti interessate, le associazioni del settore edilizio, le PMI, l’industria della gestione dei rifiuti e del riciclaggio, le organizzazioni giovanili attive nel settore ambientale e i responsabili politici svilupperanno le loro capacità attraverso lo scambio di informazioni e buone pratiche al fine di formulare raccomandazioni sull’evoluzione delle competenze e dei profili professionali in relazione alla gestione efficiente dei CDW e di aiutare il settore a diventare più competitivo, più efficiente sotto il profilo delle risorse e quindi più sostenibile. Inoltre, sarà rafforzato il dialogo sociale e sarà creata una rete per migliorare lo scambio di informazioni su queste esigenze, ponendo l’accento sulla disponibilità del settore delle costruzioni ad adottare pratiche efficienti in termini di risorse, nonché sulla capacità dei sistemi di istruzione e in particolare degli enti di istruzione e formazione professionale di soddisfare tali esigenze.
  • I partner del progetto. Svilupperanno le loro capacità e rafforzeranno le loro reti nei campi e nei temi affrontati attraverso il progetto.